ERSE: pianificazione del territorio e progettazione sostenibile

team_2-01

ERSE è il risultato delle storie personali e professionali di un gruppo di giovani tecnici ambientali, la cui formazione e specializzazione è passata attraverso l’università prima e il mondo del lavoro poi. Tali esperienze sono state pluriennali ed intense ma non durature a causa del contesto storico-economico, che spesso ha interrotto progetti lavorativi avviati. Ma è così che qualche anno fa avviene l’incontro del gruppo come associazione di liberi professionisti per il monitoraggio ambientale. Ora ERSE, costituitasi società cooperativa, si propone come soggetto in grado di fornire servizi di analisi e monitoraggio ambientale funzionali alla corretta pianificazione del territorio e alla progettazione sostenibile, trasferendo le proprie abilità su un piano professionale per fare di una passione il proprio mestiere.
Perché questa idea?

L’Unione Europea ha recentemente inserito nelle priorità 2014-2020 la corretta applicazione della Direttiva Habitat, centro della politica ambientale comunitaria in materia di conservazione della biodiversità, che in Italia risulta spesso applicata in modo erroneo (con l’ennesima procedura d’infrazione notificata a luglio 2016). Questo ha sì dato autorevolezza ai nostri ruoli professionali, ma soprattutto ne ha tradotto gli obiettivi in termini applicativi: giovani professionisti, sensibili ai temi della salvaguardia ambientale e competenti sulla normativa internazionale, trovano terreno fertile per far proprie le richieste comunitarie, introducendo nel Paese gli standard UE, attraverso un soggetto giuridico unico che si costituisce come il centro di una rete di professionisti capaci di attivarsi nei vari contesti locali e sull’intero territorio nazionale.

Chi siete (profilo dei soci, la squadra)?

La nostra cooperativa è costituita da 5 trentenni, tutti con un curriculum accademico e professionale di tipo scientifico dedicato all’ambiente.
Filippo Ferrantini, Biologo PhD. Presidente e Membro del Comitato Tecnico; biologo marino. E’ coordinatore delle attività di ERSE, verifica gli standard qualitativi e ottimizza le metodiche di indagine. E’ responsabile della redazione di elaborati tecnici e dei rapporti col cliente. Opera come Guida Ambientale Escursionistica.
Olga Mastroianni, Dott.ssa in Scienze Naturali. Vicepresidente; naturalista, specializzata in gestione e conservazione del patrimonio naturale. In ERSE è incaricata dell’europrogettazione e delle sue attività tecnico-amministrative, del settore gare/bandi e della promozione di ERSE. Contribuisce alla redazione degli elaborati tecnici.
Elena Cupisti, Biologa PhD. Membro del Consiglio Direttivo; biologa, Guida Ambientale Escursionistica (GAE). In ERSE si occupa dei monitoraggi di acque interne e vegetazionali e contribuisce alla redazione degli elaborati tecnici; inoltre ricopre il ruolo di responsabile amministrativo.
Giacomo Grasseschi, Biologo. Membro del Comitato Tecnico; Guida Ambientale Escursionistica (GAE), è tecnico faunista e vegetazionista. In ERSE si occupa della conduzione in sicurezza delle operazioni di campo e dell’aggiornamento dei materiali e metodi di rilevamento e della verifica della strumentazione.
Lisa Bonechi, Biologa marina. Membro del Comitato Tecnico; esperta operatrice subacquea, si occupa del biomonitoraggio del mare, realizzando anche analisi di laboratorio dei principali indicatori biologici marini. Fornisce, inoltre, servizi di consulting per progettare interventi di conservazione e gestione del mare.

Qual è il vostro obiettivo a medio lungo termine?

Con ERSE vogliamo portare la missione ideologica propria di ciascuno di noi, basata sull’idea che conservazione delle risorse naturali e sviluppo sostenibile possano coesistere, su un piano professionale più complesso e duraturo, avente ricadute e prospettive socio-economiche e ambientali a medio e lungo termine. Inoltre speriamo di raccogliere col tempo nel nostro organico quelle eccellenze professionali presenti fra i giovani e meritevoli di un lavoro adeguatamente riconosciuto all’altezza delle loro qualità.

Perché una cooperativa?

Da un punto di vista ideologico, siamo convinti che nella forma cooperativa il significato di “gruppo” assuma il valore più importante: cresciamo ed evolviamo se tutti cooperiamo, ci aiutiamo e ci supportiamo mutuamente; la connessione fra i membri diventa molto stretta e i successi di uno danno maggior valore al gruppo, mentre gli errori di un altro vengono diluiti nel gruppo; inoltre tutti i membri sono responsabilizzati alla stessa maniera, cosicché la forma cooperativa diventa il miglior strumento per iniziare a fare impresa, raccogliendo il massimo sforzo e impegno da parte di tutti i membri.
Da un punto di vista più tecnico, riteniamo che essendo ERSE costituita da specialisti aventi professionalità diverse e complementari, la cooperativa sia lo strumento ideale per creare sinergia a partire dalle nostre competenze. Questo ci consente di fornire servizi integrati e di puntare verso obiettivi ambiziosi, al di là della portata del singolo tecnico ambientale, per quanto competente. Nella forma cooperativa costituiamo un sistema complesso in cui l’insieme dei membri è qualcosa di più della somma dei singoli individui.

©2017 Coopstartup - Privacy Policy - Cookie Policy

COOPFOND Spa - Partita IVA 04488751001 – Iscrizione al n° 770702 CCIAA Roma

Progettazione e sviluppo Pazlab

Log in with your credentials

Forgot your details?